1.901 views

Riprendiamo l’interessante analisi condotta da Blogmeter, società fondata nel 2007 e specializzata in soluzioni personalizzate di social media monitoring, analisi delle conversazioni ed interazioni in rete per aziende e brand, e rimbalzata sul blog di tecnologie, social media marketing e PR di Vincenzo Cosenza, social media strategist della società fondata dai founders Sacha Monotti Graziadei e Vittorio Di Tomaso.

Obiettivo del monitoraggio è quello di osservare, sotto un profilo strettamente sociale, la capacità di engagement dei brand bancari e le indicazioni di valore che possono provenire dell’analisi di sentiment delle conversazioni spontanee, delle recensioni e dei pareri diffusi dagli utenti della rete.

Per chi volesse ampliare le considerazioni della ricerca segnaliamo qui il link dove poter scaricare gratuitamente il report di social listening per il settore bancario.

Le conclusioni post-analisi che maggiormente sorprendono e che vengono evidenziate dal monitoraggio online dei contesti social interessano un elevato numero di citazioni (più di 227.000) nel periodo di riferimento della raccolta (trimestre marzo-maggio 2014), citazioni che coinvolgono tutti gli istituti di credito monitorati dall’analisi.

Su un totale di 227.000 messaggi e più le banche più “discusse” della rete social risultano essere Banca Monte dei Paschi di Siena, Unicredit, Gruppo Intesa SanPaolo che da sole riflettono circa il 40/50% dell’interesse delle conversazioni nei social network.

I temi più accessi delle discussioni sembrano, poi, giustificare il perché di un così elevato interesse delle persone verso il comparto bancario: vicende giudiziarie, buchi di bilancio, piani di risanamento, ecco le tematiche, per lo più negative o comunque non positive, che riguardano i grandi gruppi bancari e finanziari nazionali. Medaglia d’oro dei brand più seguiti su Facebook e Twitter ad Unicredit (alla soglia dei suoi 300.000 fans) che riesce così ad imporsi sul social di Mark Zuckerberg, mentre è Fineco sul podio dei migliori di Twitter per il maggior numero di followers registrati sul social di microblogging. Attenzione però, perché seguire o apprezzare un brand non vuol dire poi necessariamente esserne parte integrante o lasciarsene coinvolgere e quindi, premio engagement nel trimestre monitorato va alla pagina di BCC for Web, mentre il riconoscimento per il maggior numero di interazioni realizzate va a Banca Etica che riesce a farla da padrone. Il discorso analisi del sentiment poi, merita una considerazione a parte, e forse non è solo un caso che i i brand più noti ed i principali istituti di credito del panorama italiano siano anche quelli più criticati. Non sorprende, quindi, che realtà minori, invece, risultano maggiormente apprezzate e percepite in maniera migliore dagli utenti.

L’intera analisi online del settore banking presenta comunque numerosi aspetti da poter approfondire ulteriormente, ciò che si condivide qui, comunque, è una fotografia esauriente del panorama d’interesse e di critica che coinvolge gli utenti dei social network e le loro esperienze dirette con gli istituti bancari.

IBL Banca, cliente di Ad Maiora per la gestione di Twitter, risulta tra gli account più apprezzati e con un sentiment tra i più positivi in Italia. Questo risultato è il frutto di una gestione del piano editoriale basata su argomenti di interesse per gli utenti, con comunicazioni associate specifiche sulle politiche commerciali della banca.

“Ringraziamo Blogmeter per la segnalazione.”